Accordo saldo e stralcio simbolico. La Difesa delle Famiglie continua

/, Decreto ingiuntivo, Recupero crediti, Risultati, TRUCCHI PER DIFENDERE LA FAMIGLIA/Accordo saldo e stralcio simbolico. La Difesa delle Famiglie continua

Accordo saldo e stralcio simbolico. La Difesa delle Famiglie continua

Banca IFIS  non trova più il contratto originale. 

 

Saldo e stralcio da record .

 Versamento simbolico di euro 250,00 a fronte di un presunto debito di oltre 7.000,00 euro 

 

L’accordo a saldo e stralcio è la possibilità offerta dal sistema giuridico di estinguere il proprio debito nei confronti di una banca o di una società finanziaria pagando un importo inferiore a quello dovuto.

Debitore e creditore valutano insieme la reciproca convenienza a non prolungare una situazione negativa per entrambi:

  • per il debitore che stretto fra mille difficoltà economiche non ha la possibilità di pagare la somma dovuta e che per effetto degli interessi continua ad aumentare;
  • per il creditore che rischia di dover affrontare, se non siano già in corso, eventuali controversie giudiziali che non sempre gli garantiscono di entrare in possesso della somma dovuta.

Come funziona?

L’accordo, che da un punto di vista giuridico è una transazione, può essere proposto dal debitore sia prima dell’inizio di un percorso giudiziale che durante una controversia prima dell’emissione della sentenza.

Il debitore dovrà inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno alla banca o alla finanziaria con oggetto: Proposta di accordo a saldo stralcio per il prestito, il mutuo … numero… intestato a…” Seguirà la descrizione della proposta: “Con la presente vi propongo di saldare la mia posizione debitoria corrispondente a… con il pagamento della somma di euro … comprensiva di capitale, interessi e spese entro e non oltre il giorno …” oppure “della somma y divisa in x versamenti da effettuarsi nelle seguenti date e per i seguenti importi…”

ATTENZIONE A COSA SCRIVETE PERO’

IL RICONOSCIMENTO DEL DEBITO DEVE SEMPRE ESSERE EVITATO 

NOTA IMPORTANTE :

Chi ha contratto il prestito insieme ad altre persone, deve sapere che si avvantaggia dell’accordo a saldo e stralcio concluso da uno dei condebitori. È quanto ha stabilito dalla  Corte di Cassazione con sentenza 22231/14, confermando un suo precedente orientamento.

 

Ecco la  copia dell’accordo che ha chiuso un contenzioso che certamente ci avrebbe visto vincere davanti ad un Giudice. Seppur certi della vittoria è stato consigliato al Nostro associato di versare un importo simbolico per evitare una sempre possibile causa. 

LA MIGLIOR CAUSA E’ QUELLA CHE NON SI FA’  

E SPERIAMO POI CHE IL BANCHIERE

SI SPENDA I 250 EURO IN MEDICINE