ALTRA VITTORIA DELLA FAMIGLIA SOVRA-INDEBITATA . Tribunale di Brescia

/, Debiti, Equitalia, legge 3/2012, Recupero crediti, Risultati, Sentenze, Sentenze mutui e prestiti, Sovraindebitamento/ALTRA VITTORIA DELLA FAMIGLIA SOVRA-INDEBITATA . Tribunale di Brescia

ALTRA VITTORIA DELLA FAMIGLIA SOVRA-INDEBITATA . Tribunale di Brescia

Artigiano bresciano salvato dai debiti

il tribunale gli cancella 180mila euro

Un’altra sentenza che “farà  scuola”  in Italia nel nome della Salva-suicidi.

Brescia si conferma uno dei territori che fanno scuola in materia di applicazione in materia di sovraindebitamento. L’ultima, significativa, decisione del Tribunale risale a pochi giorni fa e ha avuto per protagonista un artigiano che ha chiesto di vivere con rispetto .

AVERE DEBITI NON E’ UN REATO E LA CRISI ( VOLUTA DAI BANCHIERI )

COLPISCE SOLO I POVERI 

L’uomo, residente nella Bassa Bresciana, si è visto infatti “cancellare” dai giudici il 90 per cento dei suoi debiti (ben 180mila euro) perché non riusciva più a far fronte alle richieste di banche e finanziarie, garantendo nel contempo il sostentamento della moglie e del figlioletto. Il Tribunale, in particolare, ha disposto l’interruzione di ogni procedura esecutiva e cautelare in essere (ivi compreso il pignoramento del 1/5 delle entrate) stabilendo che l’uomo versi ai creditori la somma minima mensile di 300 euro per tutta la durata della procedura. Se si atterrà alle disposizioni, l’artigiano otterrà quindi il completo esdebitamento e potrà iniziare una nuova vita.

 

 

AVETE DEBITI ? ESDEBITATEVI E RIPARTITE CON UN NUOVO START-UP

RIVOLGETEVI AD AVVOCATI CHE HANNO REALE ESPERIENZA

NELLA GESTIONE DELL’ ESDEBITAMENTO

Se non potete permettervi un avvocato o non lo trovate rivolgervi alla Direzione Legale Nazionale che attraverso metodologie anglosassoni ( action class) mette a disposizione anche delle Famiglie non più in grado di permettersi nemmeno la difesa una struttura solida e solidale. Grazie all’accordo Etico Nazionale tutti posso avere accesso alla Legge nr° 3 del 2012 ed uscire dal maledetto ed odioso debito del sistema bancario.

Clicca sull’immagine e leggi la sentenza