MULTA ANNULLATA A MILANO

MULTA ANNULLATA A MILANO

CONTINUIAMO A CONTESTARE LE MULTE PERCHE’ SOLAMENTE FACENDO VALERE I PERSONALI DIRITTI CAMBIEREMO QUESTO PAESE.

 

Autovelox: ancora una  multa annullata 

Ancora una Vittoria da parte degli Automobilisti tutti.

Caro Signor Sindaco,  

l’articolo 208 del Codice della Strada prevede il riutilizzo delle sanzioni economiche  a ‘beneficio’ degli stessi utenti della strada.

Per il Giudice di Pace di Milano, l’amministrazione ha l’onere di dimostrare la correttezza del procedimento sanzionatorio di fronte alle contestazioni del conducente multato. 

Tanto ha deciso il giudice di pace di Milano,nella sentenza  (sotto allegata) accogliendo il ricorso di un conducente  contro il Comune di Milano.

La vicenda in breve 

Il ricorrente si era opposto ai verbali elevati nei suoi confronti dalla Polizia Locale per superamento dei limiti di velocità ex art. 142, comma 8, del Codice della Strada, infrazione rilevata tramite apparecchiatura AutoveloX.
Il Cittadino aveva eccepito la mancanza di omologazione e di taratura dell’apparecchio utilizzato per l’accertamento automatico delle violazione. Eccepiva, inoltre, l’irregolarità della segnaletica in loco, sostenendo che l’apparecchio utilizzato per l’accertamento automatico delle infrazioni non fosse sufficientemente visibile e che non fosse visibile neppure la segnaletica di preavviso.

Il Giudice ha stabilito che deve essere il Comune a dimostrare

 la correttezza del procedimento sanzionatorio

Nel merito, il magistrato onorario ha ritenuto il ricorso fondato, posto che le contestazioni mosse dal ricorrente avrebbero necessitato puntuale replica da parte dell’amministrazione resistente, rimasta contumace e quindi non in grado di dimostrare la correttezza del procedimento sanzionatorio seguito.
Mancando di costituirsi, il Comune di Milano ha omesso di suffragare il proprio operato, non curandosi di dimostrare la correttezza del procedimento sanzionatorio seguito, nonché di contestare le allegazioni del ricorrente, sebbene nei procedimenti come quello in oggetto l’amministrazione resistente si considera come un attrice sostanziale, con tutti gli oneri probatori che tale posizione comporta.
ANCORA UNA VOLTA L’ONERE PROBATORIO AIUTA I CITTADINI.
FATE VALERE IL VOSTRO DIRITTO 
OPPURE RIMARRETE SEMPRE DEGLI SCHIAVI MODERNI 

Ecco la ennesima molta annullata solamente facendo valere i diritti dei Cittadini

IO NON PAGO  ED AGISCO

RICORSO@AVVOCATOINFAMIGLIA.COM 

CONTESTARE TUTTE LE MULTE E’ UTILE  ALLA COLLETTIVITÀ’
PERCHE’ QUANDO CAPIRANNO CHE NON SIAMO
POLLI DA SPENNARE CI RESTITUIRANNO LA SOVRANITA’