Noi togliamo il fermo amministrativo dalla vostra auto.

/, Debiti, Equitalia, legge 3/2012, TRUCCHI PER DIFENDERE LA FAMIGLIA/Noi togliamo il fermo amministrativo dalla vostra auto.

Noi togliamo il fermo amministrativo dalla vostra auto.

Al posto di blocco  della polizia avete scoperto di avere un Fermo amministrativo sulla vostra macchina ?

Ecco come fare ricorso, e vincerlo.

Forse avete dimenticato di pagare una multa da Codice della strada o una tassa dell’immondizia, il bollo o non importa cosa . Il risultato è che senza nemmeno avvisarvi è scattato  il fermo amministrativo dell’auto. Accade sempre più spesso. Ed oltre al danno le beffe. Una multa di settecento euro per aver viaggiato con l’auto. 
Prima regola dei Nostri associati, capire di cosa si tratta 

Si tratta di un atto con il quale le amministrazioni o gli enti competenti (Comuni, INPS, Regioni, Stato, ecc.), tramite i concessionari della riscossione, “bloccano” il  veicolo che quindi deve restare fermo, nel vostro box possibilmente e deve rimanervi  sino a quando non verranno saldate le cartelle .Per la cancellazione del fermo occorre saldare il debito e poi (con la ricevuta di pagamento) iniziare la prevista procedura presso  il Pubblico registro automobilistico (Pra).

Ma ecco come contestare un illegittimo fermo amministrativo senza pagare .

Ricordiamo che la cara ( sempre Lei ) ex equitalia può agire forzatamente per la vendita del veicolo entro il quinquennio dalla data in cui in verbale diventa inopponibile. Ma Noi possiamo usare ben  tre modi per contestare il fermo.

Errata notifica o completamente assente in moltissimi casi.

E’ la vera arma vincente che stiamo utilizzando per liberare le macchine degli Italiani  dato che l’agente della riscossione (ancora equitalia per intenderci  ) spessissimo non ha nemmeno notificato l’ intenzione di effettuare un fermo amministrativo.

Ancora una volta la complessa burocrazia Italiana ci viene  in aiuto , basta conoscerla bene !

Infatti la procedura stringente a cui doveva attenersi la cara ( nel senso di esosa) ex-equitalia era di notificare  il preavviso di fermo amministrativo concedendo 60 giorni di tempo per pagare o dilazionare .Nello stesso termine può fare opposizione (se però la cartella si riferisce a multe il termine scende a 30 giorni, mentre per gli importi dovuti a Inail o Inps il termine è di 40 giorni).

Senza il preavviso, il fermo è illegittimo e va cancellato. 

NOI ESEGUIAMO UN CONTROLLO PREVENTIVO ( ACCESSO AGLI ATTI )

PER VERIFICARE SE I VOSTRI DIRITTI SONO STATI RISPETTATI .

SE I VOSTRI DIRITTI SONO STATI IGNORATI POSSIAMO LIBERARE LA MACCHINA

 

ECCO COME MAI ABBIAMO PERCENTUALI ALTISSIME DI SUCCESSO

 NOI CONOSCIAMO I DIRITTI DEI CITTADINI 

Abbiamo il diritto previsto dall’onere probatorio che è sempre a  carico dell’agenzia esattrice. Noi sosteniamo sempre  ( ma prima di incardinare il ricorso avremo già  verificato ogni singolo passaggio) di non aver ricevuto alcuna  notifica. Compito dell’agente riscossore ( equitalia )esibire :

  • Originale dell’avvenuto perfezionamento dell’atto a mani dell’interessato o a eventuale coobbligato, in conformità ai dettami di cui all’articolo 25 del Decreto del presidente della Repubblica 602/1973. La regolarità della notifica deve  comprendere l’invio di una seconda raccomandata (se l’interessato non sia stato rinvenuto all’interno della propria abitazione in fase di primo accesso): lo sancisce la sentenza 346 della Corte costituzionale del 23 settembre 1998 (oltreché la decisione 7815 della Cassazione del 4 aprile 2006). È ovvio che, qualora l’eventuale seconda raccomandata non sia stata inoltrata da parte del soggetto verbalizzante, l’attuale preavviso di fermo dovrà essere sicuramente affetto da un vizio di legittimità per altrettanto evidente violazione di legge, comportando l’inesistenza giuridica dell’atto. Il Giudice dovrà emettere la sua decisione entro il termine di prescrizione quinquennale.
  • Se la notifica non è stata ritirata dal proprietario del mezzo ma da un qualsiasi parente la Legge 31 del 28 febbraio 2008 ha modificato la Legge 890/1982 recante disposizioni circa la “notificazione di atti a mezzo del servizio postale e di comunicazioni a mezzo posta connesse con la notificazione di atti giudiziari”, aggiungendo un ulteriore comma: viene previsto anche in tal caso l’obbligo di invio di una seconda raccomandata qualora il piego non sia stato ritirato direttamente dall’interessato. Pertanto, se il soggetto sanzionato è sicuro che il coniuge abbia ricevuto la cartella (ma a tale notifica non abbia fatto seguito l’invio della seconda raccomandata), abbiamo la sicurezza di vincere il ricorso contro un preavviso di fermo o fermo. già avvenuto .

TRUCCHI PER ESSERE CERTI DI NON SUBIRE UN FERMO AMMINISTRATIVO

Dovete giocare d’anticipo e quindi, intestate la vostra macchina , o quella che volete comprare contestandola con un vostro figlio o genitore . Un soggetto estraneo ad equitalia .Infatti non si può iscrivere il fermo né su un’auto cointestata, né su un’auto che serve al professionista o all’imprenditore per uso lavoro. 

 

 

Volete capire se avete un fermo amministrativo ?

Volete togliere un fermo amministrativo dalla vostra macchina ?

Volete vendere la vostra macchina con un fermo amministrativo ? 

Avete preso una contravvenzione perchè avete scoperti di avere un fermo amministrativo? 

Volete vedere rispettati i vostri diritti ? 

 

INFO@AVVOCATOINFAMIGLIA.COM