PACE FISCALE -Cosa dovete assolutamente fare per essere pronti

/, Asta immobiliare, autotutela, Debiti, legge 3/2012, TRUCCHI PER DIFENDERE LA FAMIGLIA/PACE FISCALE -Cosa dovete assolutamente fare per essere pronti

PACE FISCALE -Cosa dovete assolutamente fare per essere pronti

Pace fiscale: fatevi trovare pronti

AGITE E PROGRAMMATE L’USCITA DAL DEBITO

CARA EQUITALIA NON MI UCCIDO PER TE !  

 

Cartelle sotto i 100/200  mila euro: in arrivo il maxi-condono.

Fatevi trovare pronti ed agite 

Mentre il dibattito politico si sta facendo più serrato e si parla, dunque, della necessità di «chiudere da subito tutte le cartelle esattoriali di Equitalia per cifre inferiori ai 100 mila euro, per liberare milioni di italiani incolpevoli ostaggi e farli tornare a lavorare, sorridere e pagare le tasse».

È quanto preannunciato da Matteo Salvini, che  ha rilanciato la pace fiscale, invocando il taglio delle tasse con la chiusura agevolata dei debiti tributari: «dobbiamo chiudere tutte le cartelle esattoriali di Equitalia per cifre inferiori ai 100 mila euro» ha detto il leader della Lega.

Buone notizie, dunque, per chi ha molti debiti con il fisco e non può o non riesce a farvi fronte. Un po’ meno contenti, invece, sono coloro che hanno sempre pagato regolarmente le tasse ma la situazione è grave e preoccupante . 

Il numero dei suicidi per carenza economica è sempre in forte aumento.

 

Come anticipato, il ministro dell’Interno Matteo Salvini è tornato a rilanciare la cosiddetta pace fiscale, invocando la chiusura immediata di “tutte le cartelle esattoriali di Equitalia per cifre inferiori ai 100mila euro”.

La definizione agevolata suggerita da Salvini, con il tetto a 100 mila euro, riguarderebbe il 96% delle cartelle emesse da Equitalia e servirebbe per far cassa e finanziare in parte anche la flat tax.  Che cosa questo significhi esattamente non è però chiaro a nessuno; non si è ancora parlato, inoltre, di quali saranno le “coperture” di questo ambizioso progetto.

Il tributarista Fabio Benincasa, più in particolare, tutti i partiti all’opposizione  affermano  che: «in questa proposta ci sono problemi che riguardano l’assetto costituzionale nel rispetto dell’equità fiscale dei contribuenti. Non si possono cancellare alcuni debiti con un colpo di spugna mentre è in corso una rottamazione che già taglia more e interessi. Senza contare poi la questione di equità nei confronti di chi è in regola”.

MA LA ROTTAMAZIONE E’ STATA LA PIU’ GRANDE PRESA IN GIRO PER I CONTRIBUENTI.

CHE SI SONO VISTI  COSTRETTI A ” ROTTAMARE ” MILIONI DI CARTELLE PRESCRITTE 

 

ADESSO ARRIVA IL POPOLO ITALIANO .

BASTA AIUTARE I BANCHIERI FACCIAMO USCIRE DAI DEBITI IL POPOLO 

 

Pace fiscale per uscire dalla disperazione 

Cerchiamo di comprendere meglio cos’è la pace fiscale; come funzionerà in concreto il maxi-condono delle cartelle; quali saranno gli sconti sui debiti fiscali e quanto bisognerà effettivamente pagare e soprattutto come prepararsi adeguatamente senza restare ad attendere sperando di rientrarvi. 

Capiamo bene :

La  cosiddetta “pace fiscale” è una delle novità previste dal nuovo contratto di governo. Lega e M5S, infatti, intendono avviare il lungo cammino delle annunciate novità fiscali con quello che è stato ribattezzato come il nuovo grande condono delle cartelle Equitalia.Molti esperti hanno definito la pace fiscale come un “condono estremo”, che consentirà ai contribuenti di regolarizzare debiti su imposte o contributinon pagati. All’interno del Contratto di Governo, tuttavia, è chiaramente previsto che l’obiettivo della pace fiscale non sarà quello di condonare i debiti agli evasori ma di aiutare chi, per problemi economici, non è stato in grado di pagare le tasse e non lo è tutt’ora, attraverso un meccanismo di saldo e stralcio.

NON FATEVI IMBROGLIARE DAI GIORNALISTI CHE SONO STIPENDIATI DELLE BANCHE E DELLE MULTINAZIONALI 

NON INIZIATE LA GUERRA TRA CONTRIBUENTI ” IO HO PAGATO DEVONO PAGARE TUTTI “

PER USCIRE DAL GRANDE INGANNO DEL SISTEMA BANCARIO SERVONO SOLUZIONI ESTREME

Ricordatevi che il 93 % delle tasse che paghiamo

vanno in tasca ai banchieri Europei per restituire interessi su denaro che poteva stampare

lo STATO ITALIANO  ( ecco cosa devi assolutamente sapere )

 

Dunque, la pace fiscale consisterà, in sostanza, in un saldo e stralcio previsto a favore dei piccoli contribuenti in difficoltà economiche e che, pur volendo, non riuscirebbero a far fronte ai debiti contratti con il fisco.La misura, dunque, non consisterà in un condono, ma in una agevolazione per i contribuenti, vale a dire uno sconto sulle cartelle Equitalia, che sarà tanto maggiore quanto più forti sono le difficoltà economiche del contribuente.

Pace fiscale: come funzionerà spiegato facile 

Possiamo solo fare supposizione  ma è chiaro che per avere a disposizione tutti i dettagli su come funzionerà la pace fiscale  sarà necessario attendere  la dura lotta al Parlamento . 

VERGOGNA PER I PARTITI CHE SARANNO CONTRO UNA LEGGE CHE TOGLIE DEBITI AL POPOLO ITALIANO 

Pertanto supponiamo  potranno essere condonate le cartelle Equitalia notificate fino al 2014/2017  In media, secondo i calcoli effettuati, si pagherà il 15% del totale del debito ammesso alla pace fiscale e gli sconti, che mirano ad agevolare i contribuenti in difficoltà economiche e falliti, saranno fondamentali per consentire al nuovo Governo di finanziare l’altra grande novità fiscale: la flat tax.

CHIARO ? togliamo dalle avide mani di equitalia ( oggi si fanno chiamare Agenzia delle Entrate e riscossioni) la vita di molte persone che avranno l’opportunità di riprendere a lavorare e vivere senza l’incubo pignoramento.

Si ipotizza una serie di saldi & stralci  e più nel dettaglio le aliquote previste sono tre:

  • la prima percentuale sarà del 25% e riguarderà la più ampia platea dei contribuenti;
  • la seconda percentuale sarà del 10%;
  • l’ultima del 6%.

Le aliquote del 25, 10 e 6% si applicheranno  a seconda del profilo del debitore: maggiore è la difficoltà nell’assolvere il pagamento all’erario, maggiore sarà lo sconto.  In sostanza, le somme da pagare non saranno uguali per tutti: il calcolo andrà fatto in base al reddito dichiarato e alle difficoltà economiche del contribuente. A tal proposito, si considerano quali parametri: la presenza di figli minori, il possesso dell’abitazione o l’affitto, nonché ovviamente l’attività lavorativa e l’eventuale stato di disoccupazione o cassa integrazione.

I contribuenti che hanno debiti con Equitalia, dunque, potranno aderire alla pace fiscale pagando una percentuale minima della cartella. L’importo sarà calcolato in base alla specifica situazione economica di ciascun soggetto ammesso alla procedura. Come già sottolineato, le aliquote di pagamento stabilite saranno tre: 25%, 10% e 6%, applicate in base al reddito, e potranno beneficiare della pace fiscale i contribuenti con debiti fino a 200 mila euro. La pace fiscale, conformemente a quanto detto sopra, si applicherà su tutte le voci della cartella e dunque su dovuto, interessi, sanzioni e aggi. Sarà omnibus.

 

COSA CONSIGLIAMO DI FARE PER NON TROVARVI IMPREPARATI

IO AGISCO

  1. richiedere tratto di ruolo . Trattasi di documento gratuito che obbligatoriamente lo sportello Equitalia s.p.a. ( oggi mascherato da Agenzia Entrate e Riscossioni ) deve consegnarmi
  2. Verifico o faccio verificare (  ioagisco@avvocatoinfamiglia.com ) quali cartelle sono prescritte o decadute
  3. notifico o faccio notificare ( ioagisco@avvocatoinfamiglia.com) la richiesta di accesso agli atti alla spettabile Equitalia s.p.a.
  4. Se si degnano di rispondere , perché accade anche questo nell’arroganza del vecchio potere, condivido i documenti in possesso alla odiata controparte con la Consulta Legale Nazionale area tributi e contestazioni  di Avvocato in Famiglia (direzione@avvocatoinfamiglia.com) al fine di procedere alla richiesta di sgravio in autotutela del maggior numero di cartelle per essere certo di rientrare nei limiti della futura legge.
  5. In alternativa, se ho debiti per importi inferiori ai probabili limiti di legge dovrò solo attenere la Legge e nel frattempo risparmiare i denari già edotto sull’importo che sarà necessario. Tale calcolo viene immediatamente fornito dalla Consulta legale Nazionale e vi consente di programmare la fuoriuscita dall’incubo equitalia .

 

 

Avete dubbi?  Scrivete a :  

IOAGISCO@AVVOCATOINFAMIGLIA.COM

Se arriverà questa legge e voi non sarete pronti e preparati la colpa sarà unicamente vostra. 

RITROVATE LA FORZA CHE ANNI

DI MALGOVERNO VI HANNO TOLTO

RITROVATE LA VOGLIA DI AGIRE