In quali casi si parla di cattiva gestione dell’amministratore di condominio

 

In quali casi si parla di cattiva gestione dell’amministratore di condominio? E che cosa comporta? Vediamo quanto sottolineato dal Tribunale di Cosenza a conferma delle nostre iniziative di verifica, necessarie se non addirittura indispensabili.

Secondo quanto ricordato dal Tribunale di Cosenza, la cattiva gestione dell’amministratore di condominio si può ravvisare quando viene leso l’interesse dei condòmini, nel caso in cui ad esempio non vengano messi a disposizione i carteggi contabili nel momento in cui viene approvato il consuntivo oppure nel caso in cui non venga fornito un chiaro rendiconto di quanto fatto. Se vengono a verificarsi queste situazioni, l’amministratore di condominio viola il dovere di diligenza e può essere condannato a risarcire il danno da attività negligente.

Si parla dunque di cattiva gestione dell’amministratore di condominio nel caso in cui non vengano presentati i modelli 770, non venga restituita la cassa contanti e non vengano versate le ritenute alla fonte e i consumi idrici, con conseguente irrogazione di sanzioni.

 

volete saperne di più ?  scrivete a :  

IOAGISCO@AVVOCATOINFAMIGLIA.COM

clicca qui per vedere i risultati ottenuti e clicca qui per vedere come utilizziamo le quote associative


Volete maggiori informazioni?

Mail: info@avvocatoinfamiglia.com
Numero verde: 800 134 008
WhatsApp e telefoni cellulari : +39 338 8310374 (orario continuato)


Seguiteci su tutti i Social!


Avete bisogno di aiuto?Chiedete ad un avvocato Etico 

  • Contatti
  • Oggetto
  • Vi ricontattiamo
  • Dati personali

Inserite i vostri dati di contatto

Email

Telefono

Raccontateci la vostra storia

Argomento

Come possiamo aiutarvi?

Scegliete la vostra preferenza

Come preferireste essere ricontattati?

Che urgenza avete?

Inserite i vostri dati (facoltativo)

Nome

Cognome

Città / Paese