“Legge Salva-Suicidi” è un’espressione macabra per battezzare una normativa approvata nel 2012 dal Governo Italiano grazie alla quale un libero professionista o un semplice privato, diciamo una Famiglia, può “fallire” come una società e ripianare i propri debiti una volta per tutte, con quanto riesce a mettere a disposizione dei propri creditori, senza entrare (o uscendo definitivamente) dalla lista dei cosiddetti “cattivi pagatori”. Quei soggetti che nel gergo bancario non possono ricevere credito e che, se indebitati, vengono rincorsi per tutta la vita dagli istituti.

Il debito eccessivo è attualissimo: chi non riesce più a pagare il mutuo, le tasse chi semplicemente perde il lavoro e si ritrova con rate di mobili o di macchinari da versare senza poter più contare sullo stipendio. Persone, secondo un gergo che richiama i suicidi per motivi economici, a rischio proprio perché strette tra la certezza di non poter saldare i debiti e la tentazione di rivolgersi agli usurai pur di ottenere liquidità: un circolo vizioso che tra il 2008 e il 2018, in piena crisi, ha alimentato il fenomeno dei suicidi economici, morti – è corretto dirlo – che non è sempre stato possibile collegare al sovra-indebitamento ma maturate all’interno di un clima di incertezza materiale.

IO URLO IL VOSTRO SILENZIO è l’accorato gemito di Andrea Fisco, che definitosi  un ex malandrino per via dei 22 anni trascorsi al servizio del sistema bancario Italiano, ha deciso di scrivere diversi libri e dedicarsi ad un blog di successo al fine di sensibilizzare le famiglie ed invitare i Cittadini a DIFENDERSI  DA SOLI USANDO IL SAPERE.

Come afferma un noto giornalista : 

“Siamo eterni studenti, e più il popolo studia più le multinazionali economiche hanno paura di quello che cominciano a comprendere.”

E continua ancora:

“Io affermo che coloro che impediscono le rivoluzioni pacifiche debbono  prepararsi alle rivoluzioni violente.”

 

Ecco un’altra (oltre mille già ottenute dalle Famiglie Italiane!!) omologa che toglie dalle grinfie di banche ed Equitalia una Famiglia.

 

LEGGI IL CONTENUTO DELL’OMOLOGA 

 

 

L’associazione ha raggiunto un accordo Nazionale con molti avvocati che prevede la possibilità di attivare la procedura a prezzo fisso e politico di euro 1.500,00 evitando quindi di finire nelle mani sbagliate di coloro che chiedono cifre “al di sopra di ogni ragionevolezza” . Le Famiglie indebitate vanno aiutate, non depredate delle ultime risorse economiche. Quelle servono per sopravvivere in un paese dove lo Stato ha smesso di assistere i suoi Cittadini, scusate sudditi.

 

VOLETE SAPERE SE POTETE USARE QUESTA LEGGE ?

non costa nulla chiedere un parere.