UNA VITTORIA DEI CONSUMATORI. GRAZIE A TUTTI VOI PER LA FIDUCIA

/, Avvocato In Famiglia Europa, Debiti, Privacy, REATI -PENALE, Sentenze, TRUCCHI PER DIFENDERE LA FAMIGLIA/UNA VITTORIA DEI CONSUMATORI. GRAZIE A TUTTI VOI PER LA FIDUCIA

UNA VITTORIA DEI CONSUMATORI. GRAZIE A TUTTI VOI PER LA FIDUCIA

UNA VITTORIA ANCHE PER I CONSUMATORI CHE ADESSO HANNO CAPITO CHE L’AVVOCATO NON HA SEMPRE RAGIONE. TALVOLTA E’ SERVO DELLE BANCHE ED ALLORA VA RADIATO.

Siamo felici di poter condividere in rete e con i nostri iscritti questa sentenza e denunciare fatti che per anni abbiamo ritenuto incredibilmente trascurati dalla magistratura.  Troppo spesso ci siamo trovati a veder onorati debiti da due soggetti ( ex- coniugi in primis) aumentando del 100% il guadagno delle banche in maniera illecita. Ma  non solo le banche hanno tale comportamento. Anche la cara ex-equitalia e ora gli avvocati con poca Etica e certamente senza alcuno scrupolo vista la sentenza di radiazione.

Pubblichiamola sentenza n. 30868delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione che ha ristabilito Giustizia per le Famiglie.
Gravissimo il  comportamento di due avvocati che promuovevano azioni esecutive su titoli già adempiuti, lucrando indebitamente somme non più dovute. In breve, un soggetto aveva pagato ma la controparte continuava a cercare danaro anche ai soggetti collegati al contratto originario.
 “E’ incompatibile  la permanenza nell’albo di chi si rende responsabile della violazione dei fondamentali doveri professionali, quali la violazione dei doveri di probità, dignità e decoro di cui all’art. 5 (ora art. 9 nuovo Codice deontologico); assunzione di iniziative con malafede e colpa grave ex art. 6 (ora artt. 9 e 12); aggravamento della posizione del debitore costretto a pagare due volte (art. 66 nuovo Codice deontologico)”
La sentenza è stata ottenuta dalla società Poste Italiane e quindi i consumatori devono andare dietro a questa esemplare punizione e sentenza di vittoria. Non perdete il treno dei vostri diritti. 
Anche il  Consiglio Nazionale Forense, accertata la violazione del codice deontologico forense (e, in particolare, degli articoli 9, 12 e 66 riguardanti, rispettivamente, il dovere di dignità, probità e decoro, l’assunzione di iniziative con malafede e colpa grave e il divieto di aggravamento della posizione debitoria) confermava la sanzione applicata.

In conclusione possiamo affermare che in virtù degli accertamenti compiuti  non può che ritenersi truffaldino il comportamento dell’avvocato  e della banca/finanziaria etc che promuove azioni esecutive su titoli a proprio favore già adempiuti, lucrando indebitamente somme non dovute.

Per tale comportamento è corretta la sanzione della radiazione per gli avvocati che assistono banche e finanziarie ma a quale sanzione /condanna deve soggiacere la società che ha dato loro mandato ?

FURTO ? USURA ? ISTIGAZIONE AL SUICIDIO ? 

Non dubitare mai che un piccolo gruppo di Cittadini coscienziosi ed impegnati possa cambiare il mondo. 

In verità, è l’unica cosa che è sempre accaduta