Casa coniugale cointestata: come funziona la vendita 

Stai affrontando una separazione, è il fatidico momento di capire a chi andrà quella casa coniugale cointestata che hai acquistato tu. La Corte di Cassazione ha emesso una nuova sentenza, vediamo insieme come funziona.

Vendita casa coniugale cointestata, come funziona?

L’assegnazione e la vendita.

  • A chi va dopo la separazione? Al coniuge a cui vengono affidati i figli che non sono già economicamente autonomi. L’assegnazione sarà revocata se questi si trasferiscono.
  • E senza figli? Non c’è motivo per assegnarla all’uno o all’altro coniuge. Con separazione consensuale devono decidere loro quale sia la soluzione migliore per dividere la casa. Se le parti non riescono ad accordarsi, sarà il giudice a imporre la vendita dell’immobile e la divisione del ricavato.
  • Se ad averla data in comodato d’uso sono stati i genitori? Rimane al coniuge che ha l’affidamento dei figli se il contratto di comodato è senza scadenza o se è stato redatto per le esigenze abitative della famiglia. 
  • Casa venduta prima della separazione: prevale il venditore tranne nel caso in cui si inserisca una clausola di comodato d’uso.
  • Casa venduta dopo la separazione: se il giudice ha trascritto l’assegnazione nei registri pubblici prima del contratto di compravendita, colui che ha comprato deve rispettare il diritto di abitazione del coniuge assegnatario fino a che ci sono i presupposti. Se invece il giudice non l’ha trascritto, il diritto prevale solo per nove anni. 

Stai affrontando una separazione? Hai bisogno d’aiuto?

Non riesci a comunicare con l’altra parte?

Affronta la separazione con serenità. Con il nostro aiuto.

Insieme troveremo una soluzione.

Numero verde

WhatsApp

sos@avvocatoinfamiglia.com

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER, L’INFORMAZIONE È L’ARMA PER DIFENDERSI

Confermo di aver letto l'informativa privacy e di autorizzare il trattamento dei dati personali nel rispetto della legge di cui al GDPR 2018, R.E. 679/2016.