Cosa possiamo o dobbiamo fare se il recupero crediti entra in

possesso del vostro numero di telefono privato ? 

 

Vi siete mai chiesti come fanno gli Agenti del recupero del credito a conoscere il vostro nuovo  numero di telefono privato se non lo avete mai dato a nessuna finanziaria?   Oppure possono chiamare sul numero del coniuge /genitore / datore di lavoro? 

Prima di insegnarvi i vostri diritti di debitori capiamo cosa dice la legge tenendo conto che lo stesso problema si pone anche quando fornite  involontariamente un numero sbagliato o bloccate le chiamate in entrata da numeri sconosciuti. 

 

 IL NUMERO DI TELEFONO CELLULARE E’ COPERTO DA PRIVACY

In termini giuridici, possiamo ritenere che il numero di telefonia fissa o mobile sia un “dato personale” ai sensi della legge che tutela la riservatezza. La giurisprudenza ha dato risposta positiva: il numero di telefono (sia esso relativo all’utenza fissa o mobile), consentendo di risalire all’intestatario, può senz’altro ritenersi un dato personale. In quanto tale, quindi, è coperto da privacy e – cosa ancora più importante – non può essere comunicato senza il consenso del titolare.

MA LA FINANZIARIA PUO’ COMUNICARE A TERZI IL NUMERO

Premesso che  in ogni caso, la comunicazione può avvenire solo per gli stessi scopi per i quali il trattamento è stato eseguito. Facciamo l’esempio pratico per facilitarne la comprensione 

Se al momento della sottoscrizione di un contratto e relativa privacy  concede l’autorizzazione ad una banca , questa potrà  consegnarlo alla società di recupero crediti affinché vi contatti in caso di insoluto, ma non potrà comunicarlo invece a una società collegata che vuol proporti l’acquisto di fondi di investimento.

 

ECCO COME FANNO LE SOCIETA’ DI RECUPERO CREDITO

Ma allora se è vero che il numero di telefono è coperto da privacy, nel momento in cui viene m modificato   come fanno le società di recupero crediti a venirne in possesso ? La risposta è che esistono  tanti modi, pochi dei quali possono considerarsi leciti. 

1)Le false telefonate a casa di amici e parenti /colleghi di lavoro 

Il primo metodo è di tentare una telefonata sul numero fisso di casa e lì parlare con un parente, in modo da avere notizie del debitore e ottenere da questi il suo numero di cellulare.Questo comportamento è illegittimo innanzitutto nel momento in cui il terzo, anche se convivente, viene messo al corrente delle ragioni della chiamata (ossia il recupero crediti). In secondo luogo, perché il call center non può trattare un dato – il numero di telefono – e quindi archiviarlo e utilizzarlo, senza il consenso del titolare. 

2) Il Crm (Customer relationship management)

Crm è l’acronimo di Customer relationship management ossia «gestione delle relazioni con i clienti». Si tratta di un database dove vengono raccolte tutte le informazioni dei clienti: dati anagrafici, operazioni effettuate, morosità, bollette, rate insolute di prestiti, ecc. A gestirle è la società committente (ad esempio, la banca, la società elettrica, del gas, ecc.). In questo modo, si accede a sistemi dove vengono mappati tutti i contatti avuti telefonicamente con il cliente. Quindi, in base al suo codice fiscale o alla partita Iva, il call center è in grado di risalire a tutto, anche a società terze che possono essere collegate al debitore stesso (referenti, figli, ecc.). Tramite le ricerche si può risalire ad eventuali figli o altri referenti che hanno magari chiesto subentri, volture o operazioni del genere.

3)Visure

Grazie all’anagrafica del cliente, il call center può fare visure e ricerche negli elenchi pubblici, magari trovando qualche recapito di persone collegate (management aziendale, fideiussori che hanno prestato garanzia da finanziamento, e così via).

4)Google/Facebook

Non può mancare Google o Facebook , che fornisce molti più dati di quanto si possa pensare. Su Google sono spesso indicizzate anche le pagine social e lì è facile trovare numerosi altri elementi per recuperare informazioni del debitore.  

 

MA E’ ILLEGALE CHIAMARE IL NUOVO NUMERO 

Una società non può telefonare a una persona ad un numero diverso da quello fornito dal cliente, magari reperito in modi “obliqui”. E ciò per la fin troppo scontata considerazione che, per tale numerazione, non è mai stato fornito alcun consenso al trattamento dei dati. Dunque, il numero non può essere memorizzato negli archivi e di lì utilizzato. Questa condotta costituisce una violazione della privacy e, quindi, un reato. Il debitore che sia stato contattato illegittimamente potrebbe sporgere querela.

 

 

RECUPERO CREDITO AGGRESSIVO ? GRAZIE ALL’AVVOCATO ETICO NON SARETE PIU’ DISTURBATI

 

 

Volete saperne di più ? Scrivete a :

IOAGISCO@AVVOCATOINFAMIGLIA.COM

oppure premete qui 



Numero verde: 800 134 008 (09-12 / 15-17) solo da telefonia fissa 
WhatsApp: +39 338 8310374 (orario continuato)


Seguiteci su tutti i Social!


Avete bisogno di aiuto? Lasciateci un messaggio e sarete ricontattati.

  • Contatti
  • Oggetto
  • Vi ricontattiamo
  • Dati personali

Inserite i vostri dati di contatto

Email

Telefono

Raccontateci la vostra storia

Argomento

Come possiamo aiutarvi?

Scegliete la vostra preferenza

Come preferireste essere ricontattati?

Che urgenza avete?

Inserite i vostri dati (facoltativo)

Nome

Cognome

Città / Paese