Il mancato pagamento di un finanziamento può causare la segnalazione nella banca dati dei cattivi pagatori, innescando una serie di difficoltà che bisogna conoscere.

Il ritardo di un pagamento di una o più rate di un prestito o di un mutuo potrebbe ripercuotersi in modo negativo quando in un futuro si volesse fare richiesta per ottenere un nuovo finanziamento o quando si avrà intenzione di richiedere un mutuo ipotecario per l’acquisto di un immobile.

Segnalazione cattivo pagatore

È risaputo che avere una storia creditizia macchiata dal mancato pagamento di prestito implica l’impossibilità di ottenere un mutuo per l’acquisto della casa.Tuttavia, prima che la segnalazione nelle Centrali rischi finanziarie sia visibile all’intero sistema bancario, è possibile evitare la lunga e tortuosa procedura di cancellazione dalla black list dei cattivi pagatori semplicemente saldando gli arretrati nei tempi previsti.

I tempi per provvedere al pagamento, ed evitare dunque la segnalazione come cattivi pagatori, sono a discrezione della banca creditrice e solitamente rientrano nei limiti di due rate consecutive non pagate. In ogni caso, 15 giorni prima della segnalazione, la banca deve inviare una comunicazione al debitore dell’avvenuto ritardo in modo tale da dare la possibilità al cliente di provvedere al pagamento degli arretrati. Se il debitore non è in grado di rimborsare quanto dovuto nei limiti imposti dalla banca, l’istituto comunicherà il ritardo alle Centrali rischi e a questo punto la segnalazione sarà definitiva. Per la relativa cancellazione si dovranno attendere i tempi stabiliti dalle banche dati finanziarie, che variano da un mese a tre anni in base alla tipologia di ritardo o mancato pagamento.

MA I CATTIVI PAGATORI POSSONO AVERE UN MUTUO ?

Se si è segnalati nel sistema bancario a causa di uno o più ritardi nel pagamento di un debito è ottenere un mutuo può risultare molto complicato. Senza dubbio, rivolgersi prima alla propria banca, che già conosce la storia creditizia del richiedente, può essere utile per valutare da subito se ci sono possibilità di vedersi accettare una richiesta di mutuo. In ogni caso, se la banca dovesse prendere in considerazione la situazione, è importante sapere che le normali condizioni di mercato potrebbero essere difficilmente applicabili. Per esempio, il tasso di interesse proposto potrebbe essere più elevato in quanto calcolato sul maggior rischio di credito, così come la percentuale di finanziabilità potrebbe essere ridotta, per cui il tradizionale LTV fino all’80% potrebbe essere ridotto al 50-60%. Inoltre, la banca disposta a concedere un mutuo a chi in passato ha subito segnalazioni negative potrebbe richiedere delle garanzie aggiuntive, come un fideiussore, una seconda ipoteca o la sottoscrizione di una polizza assicurativa che tuteli l’istituto bancario.

 

In conclusione

Per evitare la segnalazione di cattivo pagatore è importante sapere che al primo avviso di ritardo da parte della banca è ancora possibile saldare i pagamenti arretrati ed evitare pertanto la segnalazione in Crif o alle altre Centrali rischi finanziarie. Una volta che si è segnalati negativamente nelle banche dati visibili a tutte le banche, l’ottenimento di mutuo sarà pressoché impossibile. Le stesse difficoltà si troverebbero nel caso di richiesta di una surroga, mentre nel caso di rinegoziazione del mutuo, in certi casi, a discrezione della banca, possono essere concordate condizioni contrattuali più favorevoli al fine di agevolare i pagamenti da parte di chi ha già avuto delle difficoltà economiche.

 

COMPRARE CASA SENZA ATTIVARE UN MUTUO 

 

Come funziona in parole semplici 

  • Non serve una consistente liquidità necessaria a pagare l’acconto iniziale al venditore.
  • Non serve cercare un mutuo bancario
  • Può comprare casa anche una coppia di giovani ragazzi senza un contratto di lavoro a tempo indeterminato
  • Non serve avere la banca dati (sempre in mano al banchiere!!) linda ed immacolata.
  • I costruttori possono vendere le case senza tenerle vuote uscendo anche loro dalla crisi
  • Tutti possono vendere facilmente la propria casa e garantirsi un reddito che riporti dignità
  • Anche coloro che sono “ostaggio” di Equitalia possono comprarsi la casa.

COME MAI POCHI NE PARLANO ?

Semplice, non ci guadagna nessuno. La banca non incassa ed il notaio potrà chiedere metà parcella ( un solo atto e non due )

Solo l’acquirente ed il venditore hanno un beneficio  che si chiama risparmio.

È possibile comprare casa senza mutuo sfruttando un tipo di contratto da sempre previsto all’interno del nostro codice civile. In precedenza abbiamo descritto come comprare direttamente dal costruttore (Leggi qui l’articolo che spiega l’accollo) e abbiamo aiutato ben 1.213 Famiglie!

Ma non solo, abbiamo anche generato un nuovo servizio che  assiste ed accompagna coloro che vogliono comprare la casa usando a loro favore l ‘Art. 1523 cod. civ.: la vendita con riserva di proprietà.

VOLETE DIVENTARE PROPRIETARI DI UNA CASA ?

AVETE UN MUTUO IN CORSO E TEMETE DI NON RIUSCIRE PIÙ A PAGARLO ?

Volete maggiori informazioni?

Mail – info@avvocatoinfamiglia.com
Numero verde (09:00-12:00- 15:00-17:00) – 800 134 008 
WhatsApp (orario continuato) – 3388310374


Seguiteci su tutti i Social!


Volete dialogare con un avvocato Etico?

  • Contatti
  • Oggetto
  • Vi ricontattiamo
  • Dati personali

Inserite i vostri dati di contatto

Email

Telefono

Raccontateci la vostra storia

Argomento

Come possiamo aiutarvi?

Scegliete la vostra preferenza

Come preferireste essere ricontattati?

Che urgenza avete?

Inserite i vostri dati (facoltativo)

Nome

Cognome

Città / Paese