VENDERE LA CASA ALLA BANCA E TORNARE

A  VIVERE FELICI E CONTENTI
Come  vendere o cedere la casa alla banca

Come ottenere un finanziamento senza pagare le rate ? oppure evitare il pignoramento in caso di inadempimento grazie al  patto marciano.

VENDERE LA CASA ALLA BANCA E VIVERE FELICI E CONTENTI – Immaginate di aver bisogno di liquidità, ma di sapere che difficilmente riuscirete a pagare le rate di un prestito o di un mutuo.

La banca  chiede  sempre delle garanzie ma la Famiglia non ha granché che possa convincere l’istituto a concedere il finanziamento.

Allora , se vi è rimasta una sola cosa, cioè la  casa, esiste una soluzione.

Ovviamente avete bisogno di un tetto sotto il quale continuare a vivere, almeno finché in vita. Decidete . meglio una vita di stenti per mantenere la casa ed una vita decorosa oppure una vita degna di essere vissuta grazie alla casa? 

LA SCELTA E’ VOSTRA, SOLO VOSTRA

Perdere la casa all’asta , mangiata da avvocati , banche equitalia è cosa sciocca. Ecco allora la soluzione possibile, potete  vendere la casa alla banca,  

Si può fare? Certo che si può fare. È un’operazione riservata a chi ha almeno 60 anni, ma si può fare.

Ora immaginate, di avere sottoscritto un mutuo per l’acquisto della casa. Tutto bene per anni poi all’improvviso la crisi del lavoro e la carenza economica.

La casa è un bene primario per cui all’inizio avete stretto i denti  ma, col passare del tempo, la situazione è diventata  insostenibile. Al debito accumulato per le mensilità non corrisposte si sono aggiunti gli interessi di mora che, sommati al capitale da restituire, rappresentano oramai una montagna di debiti.

Ma quando  il pignoramento, dunque, appare inevitabile  ecco una soluzione legale:  quella di cedere la casa alla banca.

Ma è lecito cedere la casa alla banca? C’è una regola, una formula giuridica  che consente di restituire l’immobile al creditore?   

ASSOLUTAMENTE SI 

Come da sempre sosteniamo che  se si è ben informati, a volte si può ottenere ciò che si vuole ed evitare il peggio. E, siccome vogliamo che voi siate ben informati, vi spieghiamo quando vendere o cedere la casa alla banca per non rinunciare ad un finanziamento o per impedirvi di andare sotto un ponte.( asta giudiziaria) 

Quando vendere la casa alla banca e vivere felici dentro la casa 

E’ possibile vendere la casa alla banca per soddisfare il bisogno di un prestito e continuare a goderne tutti i  giorni senza pagare un centesimo per restituire il capitale, ma solo per corrispondere interessi e spese.

 In pratica, è possibile ottenere un prestito vitalizio ipotecario in cambio della nuda proprietà dell’immobile, di cui entrerà in possesso la banca grazie ad un’ipoteca alla vostra morte . Quindi, il più tardi possibile.

Come vendere la casa alla banca senza lasciare l’immobile

Diverso invece se avete  un mutuo in corso, magari malpagato. Purtroppo la casa non vale più il prezzo che fù pagata ( amara realtà per tutti)  e quindi venderla recuperando i denari è una chimera ma  non solo,  nel frattempo, il bisogno di soldi è diventato irrimandabile.

A questo punto, visto che venderla nel libero mercato è impossibile ecco che scoprite è possibile  vendere la casa alla banca stessa che ha erogato il mutuo. 

NON E’ INTELLIGENTE COMUNICARLO  AL DIRETTORE DELLA FILIALE ! 

Lo dovete  fare attraverso il cosiddetto “prestito vitalizio ipotecario“, a condizione, però, che  abbia almeno 60 anni (non è più richiesta la soglia dei 65 anni, come in passato).

In breve funziona così: la banca  concede il prestito e accende un’ipoteca  (o lo ha già concesso) sulla  casa. Incassate i soldi senza pagare una sola rata sul capitale, ma pagando solo le spese e la quota di interessi secondo il piano di ammortamento che sarà  pattuito. E vivrete  nell’ abitazione fino alla  morte. Quando non ci sarete più, la banca prenderà possesso dell’immobile. E se gli eredi vogliono riscattare la casa?  In questo caso, dovranno restituire all’istituto di credito i soldi del finanziamento ( capitale ).

Vi aiutiamo Noi con la procedura che , seppure semplice, potrebbe generare errori e far abortire tale opzione. 

Ovviamente la banca effettuerà una perizia sull’immobile appoggiandosi ad un professionista esterno, in modo che il prezzo stabilito sia il più credibile e congruo possibile. La perizia condizionerà l’importo del  prestito: se la casa vale meno di ciò che chiedete, difficilmente l’affare andrà in porto. Ecco perchè serve non commettere errori di valutazione. 

Vendere casa alla banca: i vantaggi fiscali

La legge concede delle agevolazioni fiscali per chi vende la casa alla banca in cambio di un prestito vitalizio. In particolare, è prevista l’esenzione da:

  • l’imposta di bollo
  • l’imposta di registro;
  • le imposte ipotecarie e catastali;
  • le tasse sulle concessioni governative.

Per contro, bisogna pagare:

  • l’imposta sostitutiva dello 0,25% del prestito ottenuto se si tratta di ipoteca sulla prima casa e sulle pertinenze;
  • l’imposta sostitutiva del 2% del prestito ottenuto se non si tratta di prima casa;
  • le tasse dovute per l’immobile per tutta la durata del prestito (Imu, Tari, Tasi, Irpef, ecc.), dovute nel caso non sia prima casa.

Cedere la casa alla banca per evitare il pignoramento

Veniamo al secondo caso che abbiamo citato all’inizio. È possibile evitare un pignoramento cedendo la casa alla banca e trarne un beneficio?

E’ questo il caso in cui abbiamo  acceso un mutuo e non riusciamo più a pagare le rate, rischiando che un giorno l’ufficiale giudiziario bussi alla porta  per vendere all’asta l’immobile.  Bisogna ricordare  che la banca, al momento del mutuo, già aveva iscritto un’ipoteca sull’immobile che è stato acquistato tramite il finanziamento richiesto. 

Cedere la casa alla banca: la maggior del patto marciano

Detto questo, dal luglio del 2016 [approfondimento ] esiste la possibilità di inserire nel contratto di mutuo una garanzia in più oltre a quella relativa all’ipoteca. Si tratta di quello che viene comunemente chiamato «patto marciano».

Si tratta di un accordo tra le parti,   di una clausola tramite la quale si può stabilire che, nel momento in cui il mutuatario (che si tratti di un’impresa o di un consumatore) non rispetti la scadenza delle rate, la proprietà venga trasferita alla banca.

In questo caso se le rate insolute arrivano  a 18 rate mensili, la banca può appellarsi al patto marciano e mettere in vendita la  casa per un importo stabilito da un perito esterno scelto dalle parti o, in caso di disaccordo, dal presidente del tribunale competente per territorio. 

EVITATA LA COSTOSA ASTA GIUDIZIARIA QUINDI 

Se dalla vendita la banca incassa un importo più basso rispetto al debito, non può comunque pretendere nulla , mentre se dall’operazione ricava un importo superiore dovrà darvi la differenza. In questo modo, per dirla in breve, non solo avrete evitato il pignoramento ma avrete anche portato a casa qualche soldo, si spera.

AVETE TIMORE DI NON RIUSCIRE A PAGARE LE RATE ?
AVETE TIMORE DI PERDERE LA CASA ?
AVETE TIMORE DI LASCIARE DEI DEBITI AGLI EREDI ?

Forse avete bisogno di un consiglio, Noi ci siamo ! 

VOLETE OTTENERE ANCHE VOI UN SALDO E STRALCIO?

Siamo qui per aiutare la VOSTRA FAMIGLIA.

Le Famiglie sono forti, ancora più forti grazie alla Class Action.


Volete maggiori informazioni?

Mail – info@avvocatoinfamiglia.com
Numero verde (09:00-12:00- 15:00-17:00) – 800 134 008 ( solo da telefonia fissa )
WhatsApp (orario continuato) – 3388310374


Seguiteci su tutti i Social!


Hai bisogno di aiuto? Lasciaci un messaggio e sarai ricontattato.

  • Contatti
  • Oggetto
  • Ti ricontattiamo
  • Dati personali

Inserisci i tuoi dati di contatto

Email

Telefono

Raccontateci la vostra storia

Argomento

Come possiamo aiutarti?

Scegli la tua preferenza

Come preferisci essere ricontattato?

Che urgenza hai?

Inserisci i tuoi dati (facoltativo)

Nome

Cognome

Città / Paese