DOMANDE FREQUENTI

FAQ2019-10-31T14:57:40+01:00

DOMANDE FREQUENTI  

Un titolare di Partita IVA può rivolgersi ad Avvocato in Famiglia?2019-10-31T15:28:40+01:00

La nostra Mission è aiutare le Famiglie a salvare la propria casa e i propri beni. Interveniamo soprattutto ma non esclusivamente, in situazioni dove non è stato reperito un reale esperto oppure il costo sia inaccessibile per la Famiglia.

Aiutiamo anche le partite IVA dato che dietro a tale partita iva spesso ci sono più Famiglie e non una sola.

Come si diventa Associati?2019-10-31T15:27:41+01:00

Dovete andare nella HOME PAGE e premere il pulsante verde : iscriviti  La facile procedura consente in 5 minuti di autorizzare il trattamento privacy e di ricevere assistenza entro 24/48 ore sempre.

Gli avvocati che hanno aderito al nostro Codice Etico Nazionale mettono a disposizione il loro ufficio gratuitamente al fine di   garantire una capillarità del servizio senza eguali in Italia. Lo studio legale più grande d’Italia ma anche quello che fattura di meno. 

Ma quale denaro rende sostenibile il servizio di Avvocato in Famiglia?2019-10-31T15:27:09+01:00

Una no- profit non ha parcelle, costi occulti od altro. Donazioni, quote associative sono denari che si riutilizziamo per crescere ed aiutare le Famiglie a coprire i costi legali ma non solo, sono in corso iniziative /opere di bene quali il pane quotidiano per alcune Famiglie e il canone di affitto versato dall’associazione per nome e conto di Famiglie senza tetto per colpa delle Banche.

Oltre a quanto sopra nessuno dell’associazione chiede compenso o tantomeno è titolato dal chiedervelo.

Attenzione:  non aiutiamo ” Professionisti dell’elemosina “ ma Famiglie realmente bisognose di un aiuto concreto e disponibili a lottare con Noi per abbandonare lo stato di disagio. Uscire dalla crisi insieme ci rende orgogliosi.Noi aiutiamo coloro che hanno il desiderio di agire e risolvere.

Oltre alla quota di iscrizione ci sono altri costi?2019-10-31T15:23:55+01:00
La nostra struttura è una reale no-profit e non ci sono altri costi a noi dovuti. I legali, ligi all’Accordo Etico Nazionale, devono aiutare le Famiglie in difficoltà.
Purtroppo non è sempre prevista la gratuità ma sempre grandissime agevolazioni e, in casi particolari, il nostro intervento economico nostro per sostenervi. I fondi associativi raccolti vengono ridistribuiti alle Famiglie con maggior disagio.
A chi è rivolto l’Accordo Etico Nazionale?2019-10-31T15:22:55+01:00

L‘Accordo Etico Nazionale è un innovativo sistema di garanzia reciproca.

  • Garantisce una difesa alle Famiglie, indipendentemente dallo stato sociale ed economico.
  • Garantisce ai legali aderenti che la loro attività, seppur  a condizioni economiche agevolate, sono monitorate dall’associazione.

Questo Patto vuole garantire alle Famiglie  di potersi difendere grazie a reali esperti e non da avvocati generici.
Tale accordo è da intendersi applicabile su tutto il territorio Nazionale in ogni ambito del diritto civilepenaleamministrativotributario.

Ma dove ha le sedi l’associazione Avvocato in Famiglia?2019-10-31T15:20:34+01:00

In qualità di iscritti avete un ” punto d’ascolto” in ogni città ove esiste un Tribunale. Tutti gli Avvocati aderenti regolarmente  iscritti all’albo Nazionale  hanno dichiarato di rispettare un patto Etico con le Famiglie iscritte, ma non solo, ogni avvocato ha  dichiarato e  dimostrato reale esperienza prima di poter assistere una Famiglia iscritta all’associazione. Tutti i legali mettono gratuitamente a disposizione il loro ufficio per garantire la gratuità delle consulenze legali.

L’Associazione tiene monitorata la Professionalità di tutti i soggetti abilitati dall’Ordine Forense, garanzia di una elevatissima specializzazione e Professionalità.

La prestazione del legale è resa gratuitamente?2019-10-31T15:17:04+01:00
Dipende dai casi e ogni volta il legale deve darne comunicazione scritta all’associato.Vi sono numerose attività che i legali hanno garantito di svolgere gratuitamente per i nostri associati.
Tale gratuità della prestazione professionale è decisione unica a discrezione del Professionista incaricato. Eventuali situazioni di disagio Familiare, con incapacità anche a garantire i fondi spesa necessari alla difesa, possono essere sostenuti dalla parte dell’Associazione, sempre previa autorizzazione scritta.
Il legale può chiedermi un Fondo spese? oppure una Parcella?2019-10-31T15:35:51+01:00

Sono due richieste di natura economica del Professionista che non vanno mai confuse affinché il rapporto sia sempre chiaro, trasparente e sano.
Gli avvocati aderenti all’Accordo Etico Nazionale  non possono chiedere anticipi di parcelle ma devono operare Eticamente a difesa della Famiglia utilizzando esclusivamente fondi spesa a copertura dei costi.

La parcella, nei casi in cui è dovuta, dovrà rispettare l’accordo Etico in essere tra l’associazione e gli avvocati aderenti e potrà essere richiesta esclusivamente alla conclusione delle  attività se non esclusivamente con il buon esito.  In altri casi il legale può garantire la gratuità delle attività o ricevere compenso dall’associazione stessa.  Il fondo spese copre non solo il lavoro iniziale del Professionista ma ogni costo vivo quali Raccomandate A/R, bolli, contributi unificati, valori, visure, accertamenti, certificati, notifiche, formule esecutive, copie conformi, cancelleria, etc.., ovvero le “spese vive” connesse ad una pratica. La parcella investe invece il lavoro del Professionista nella Sua globalità di intervento in prima persona a rappresentanza dell’Associato, e sarà richiesta solo a conclusione delle attività, nei quantificativi già descritti sopra. Nei casi di ” saldo e stralcio ” tale compenso può rientrare nell’importo globalmente convenuto con la controparte , addebitando de facto alle banche i costi del legale che vi difende. Segnalate tale volontà direttamente al legale.

E’ possibile il saldo e stralcio anche per immobili?2019-10-31T15:01:39+01:00

Si. Tramite lo stralcio immobiliare Avvocato in Famiglia interviene e vi assiste al fine di interrompere la procedura di esecuzione forzata che grava sull’immobile, stabilendo un accordo con il creditore; si ha dunque la possibilità di estinguere la procedura esecutiva evitando che l’immobile venga svenduto all’asta, cancellando completamente il debito.

Recupero credito aggressivo, cosa posso fare?2019-10-31T15:00:00+01:00

Difendere la Famiglia anche dai Professionisti del recupero credito è azione doverosa. Mai lasciare a se stessa una Famiglia con il rischio che vengano fatte firmare cambiali od altri riconoscimenti del debito. Ogni associato avrà un referente a cui veicolare tutte le chiamate ” indesiderate e di sollecito. Noi ci occuperemo di difendere i  diritti, nella tutela della  privacy.L’onere probatorio ( non devo soldi se non lo riesci a dimostrare ) è alla base di una corretta strategia difensiva .