CARTELLE ESATTORIALI NULLE SE MANCANO GLI ORIGINALI

Sono diverse le sentenze riguardanti la nullità delle cartelle esattoriali qualora manchino gli originali (ad esempio la n. 8289 del 4/4/2018 e la n.1974 del 26/01/2018). Finalmente dunque il contribuente viene in qualche modo tutelato dalle aggressive modalità d’azione della ex-Equitalia, ora Agenzia Entrate e Riscossione. Ricordiamo inoltre che l’Agente della Riscossione che verrà a suonare alla nostra porta non ha le competenze necessarie per attestare che quel documento sia l’originale dell’avviso di ricevimento. L’avviso di ricevimento, infatti, nella maggior parte dei casi viene prodotto attraverso una semplice fotocopia e dunque possiamo impugnarlo per rendere nulle le cartelle esattoriali.

ANNULLATE QUELLE MALEDETTE CARTELLE ESATTORIALI

IL SAPERE SERVE PER DIFENDERVI!!

Abbiamo visto dunque come l’Agente della Riscossione non può attestare l’autenticità degli avvisi di ricevimento. Non è tutto, questi documenti, essendo fotocopie, non hanno alcuna provenienza certa a differenza di quelli emessi dal Pubblico Ufficiale (qualora esistenti gli originali saranno proprio qui). L’invito di Avvocato in Famiglia è quello di proteggere la propria impresa e dunque la propria Famiglia dalle irregolarità di AdER, di proteggersi da quei debiti che in questi casi possono essere annullati. È giunta l’ora di dare una protezione concreta al proprio patrimonio, di non regalare più del danaro alle casse dello Stato. Un debitore non è un criminale, ricordatevelo sempre.

LEGGETE ANCHE: PRESCRIZIONE CARTELLE ESATTORIALI – UN DIRITTO DA FAR VALERE

Se non potete permette permettervi un avvocato tributarista ve lo diamo noi.

Contattateci subito per sapere come.

È giunto il momento di ribellarsi ai poteri forti!!

ader@avvocatoinfamiglia.com

Numero verde

(orario 9:00-12:00- 15:00-17:00)

WhatsApp

orario continuato 18/24


Seguiteci su tutti i Social!

ISCRIVETEVI ALLA NEWSLETTER, L’INFORMAZIONE È L’ARMA PER DIFENDERSI

Confermo di aver letto l'informativa privacy e di autorizzare il trattamento dei dati personali nel rispetto della legge di cui al GDPR 2018, R.E. 679/2016.